DALMASSON: “IMOLA, UN BUON TEST PER REAGIRE”

Al termine dell’allenamento del giovedì, coach Eugenio Dalmasson fa la sua consueta disamina di metà settimana; ovvio che la prima domanda sia legata alle condizioni fisiche di Juan Fernandez, che è uscito dal campo dolorante dopo la trasferta di Forlì.
“Juan ha terminato giovedì pomeriggio il primo allenamento della settimana. Lo abbiamo tenuto fermo fino alla mattina del giovedì e continueremo a monitorare la situazione nelle prossime ore, ma averlo avuto in palestra certamente è un segnale positivo e mi auguro di averlo in campo domenica”.

L’analisi è poi passata al lavoro svolto durante questi giorni: “Stiamo portando avanti i nostri programmi con serietà ed impegno, come abbiamo sempre fatto, seguendo lo schema tipo con richiami atletici alla mattina e lavoro tecnico durante i pomeriggi. Siamo ancora in fase di carico, ma come ho detto è qualcosa che stiamo facendo da diverse settimane e che ci dovrà tornare utile per fasi avanzate della stagione”.

Il mirino del tecnico biancorosso si sposta poi sull’Andrea Costa Imola, prossima avversaria dell’Alma nella giornata di domenica: “E’ un team che propone un buon mix, con giovani di sicuro valore come Simioni e Penna, un giocatore che si sta confermando ad altissimo livello come Alviti e due stranieri esperti che hanno dimostrato di poter essere spesso protagonisti. Il tutto senza poi dimenticare due garanzie di rendimento come i veterani Maggioli e Prato, con la gestione di un tecnico preparato come Cavina. In casa hanno perso solamente una partita, per cui le difficoltà ci sono tutte, ma noi siamo chiamati a reagire, dopo una prestazione non all’altezza: il test di Imola sarà una bella prova”.

Leave a Reply