L’AVVERSARIO DELLA TERZA GIORNATA: ANDREA COSTA IMOLA

Secondo impegno casalingo consecutivo per l’Alma Pallacanestro Trieste che, dopo aver piegato l’Unieuro Forlì, dovrà vedersela con l’Andrea Costa Imola che ha riportato in panchina Demis Cavina (l’anno scorso coach di Tortona, eliminata dai biancorossi agli scorsi play-off).

Squadra dal quintetto pieno di talento – attesa dai ragazzi di Dalmasson domenica alle 18 all’Alma Arena – capace di battere Ferrara nel secondo turno di campionato con un perentorio 71-45, dopo aver perso il combattuto derby all’esordio con i cugini forlivesi.

La stella dell’Andrea Costa è chiaramente la guardia americana David Bell, l’anno scorso in A1 con la Dinamo Sassari, che rappresenta uno degli esterni più forti dell’intero campionato. Al suo fianco l’ala forte Jeremiah Wilson e la classe di Michele Maggioli che compongono un duo di tutto rispetto sotto le plance, supportati dall’ex di turno Alessandro Simioni in uscita dalla panchina (in doppio cifra nell’ultima uscita).

In cabina di regia il playmaker della nazionale Under 20 Lorenzo Penna, mentre a completare il quintetto c’è l’esperto Davide Alviti, arrivato assieme a coach Cavina da Tortona.

Fra gli altri uomini da tenere sott’occhio, oltre a capitan Patricio Prato, c’è la guardia Giovanni Gasparin e due giovani interessanti come Davide Toffali, arrivato in prestito dall’Armani Jeans Milano, e il classe ’99 Tommaso Rossi, cresciuto nel vivaio della Virtus Bologna.

Il progressivo inserimento dei giocatori ancora non in completa forma e l’allungamento delle rotazioni potrebbe risultare decisivo per Trieste in una gara in cui Imola approda all’Alma Arena senza nulla da perdere visto il dichiarato obiettivo salvezza per questa stagione di A2.

Leave a Reply