IL PROSSIMO AVVERSARIO: VICTORIA LIBERTAS PESARO

L’avversaria che si porrà sul cammino di Alma Pallacanestro Trieste, nella sesta giornata di Serie A 2018/2019, si chiama VL Pesaro: i marchigiani occupano attualmente il quattordicesimo posto in classifica, con un bilancio pari a una vittoria e quattro sconfitte.

Allenati da Massimo “Cedro” Galli, i pesaresi hanno nel figlio d’arte James Blackmon Jr. (guardia, 193 cm, 1995) il top scorer con 18.5 punti, 3.4 rimbalzi e 2 assist di media: 46.4% da due, 38.9% da tre e 92.6% ai liberi le cifre di questo giocatore che è un rookie per l’Europa, ma ha già dimostrato grosse capacità realizzative.
Al suo fianco, nel ruolo di playmaker, troviamo Dominic Artis: regista di 190 centimetri con un passato da guardia al college, ha grande istinto realizzativo ma sa anche distribuire il gioco; per il venticinquenne nativo di Oakland con esperienze in Polonia e Bosnia ci sono 13.4 punti, 5.2 rimbalzi e 3.8 assist, a testimonianza della sua completezza come giocatore. Non è un tiratore puro, come testimoniano il 22% nelle triple ed il 56% in lunetta, ma si tratta di un atleta fondamentale nello scacchiere di Galli. L’ala piccola è Lamond Murray Jr., altro figlio d’arte (il padre è stato giocatore NBA specialmente con la maglia dei Los Angeles Clippers): 196 centimetri di puro talento, garantisce 10.8 punti e 5.4 rimbalzi ad allacciata di scarpe, pur tirando senza grande precisione in generale.

Sotto canestro, il punto di riferimento è Erik McCree (203 cm, 1993): mezzolungo mancino dalla mano vellutata, proviene dalla G-League, la lega di sviluppo NBA; è il secondo realizzatore di squadra con 15.2 punti di media, ai quali somma anche 3.4 rimbalzi, e tira con il 51.4% da due, il 29.6% nelle triple ed il 73.7% in lunetta. Ottimo attaccante, viene spalleggiato dentro l’area dal lituano Egidijus Mockevicius: bravo a sfruttare i suoi 208 centimetri nella maniera migliore, ovvero con un rendimento da 10.4 punti e 10.2 rimbalzi di media, ha il 56.8% da due ed il 66.7% ai liberi ed è il perno difensivo della squadra di Galli.

Il quintetto pesarese ha quattro elementi oltre i 31 minuti di media, mentre la panchina non offre tantissime alternative: il più impiegato (17.2 minuti) è il play classe ’93 Diego Monaldi, che segna 2.8 punti di media con 1.2 rimbalzi. Il principale cambio dei lunghi è il perticone Andrea Ancellotti, trentenne di 213 centimetri che vale 3.2 punti e 2.8 carambole di media, con il 58.3% da due. Qualche spazio lo trovano anche l’ala Simone Zanotti (208 cm, 1992), che produce 1.3 punti e 2.5 rimbalzi di media con il 66.7% da due, e il 2.08 russo Alexander Shashkov (1.3 punti in 6.3 minuti), che insieme a Luca Conti (195 cm, 2000) completa le rotazioni di coach “Cedro” Galli.